sabato, luglio 07, 2007

Lo Uttaro è la Morte di Caserta?


Può essere che ci siano alcune persone completamente disinformate, che non conoscono i fatti e che profetizzano catastrofi che mai avverranno, oppure può essere che le istituzioni sono completamente illegali e non operano più nell'interesse del cittadino. Il diritto alla vita, alla salubrità dell'aria è DOVEROSO.
Che senso ha dire: "Come si risolve il problema rifiuti se nessuno vuole le discariche e/o gli inceneritori vicino casa sua?".
Perché far sentire quasi in colpa un cittadino che non vuole dalle sue parti un qualcosa che porta malattie e morte? Le tecnologie esistono e la loro applicazione spetta allo stato, alle regioni, alle province e ai comuni. Perché lodare Caserta e gli altri comuni (S.Nicola La Strada, San Marco e Maddaloni) che hanno permesso Lo Uttaro? E' giusto che alcuni si sacrifichino ricevendo tonnellate di rifiuti perché altri possano vivere e respirare aria "pulita"?
Ieri c'è stata una fiaccolata contro la discarica sita in località Lo Uttaro, contro questi politici che vendono letteralmente le vite dei cittadini ai cammorristi. Come al solito ha aderito una percentuale ridicola della cittadinanza dei suddetti comuni.
Ciò che però mi sconcerta è l'atteggiamento dei passanti, di coloro che erano in via Mazzini a guadare le vetrine dei negozi, di coloro che protestavano perché la manifestazione impediva la normale circolazione di auto e di coloro che erano in piazza Vanvitelli ad osservare la nuova Fiat 500.
Cazzo! Cazzo! I tumori aumentano nelle nostre zone del 400%, viviamo ormai sommersi dai rifiuti ed il tanfo si sente quasi ovunque. Come fate a lasciar perdere, come fate...come fate a passeggiare, guardare questi 4 gatti che girano con delle candele in mano e a tirare dritto per la vostra strada? Come fate?!

6 commenti:

Laura ha detto...

...evidentemente sono immuni...

Fabio - Comitato Allarme Rifiuti Tossici di Napoli ha detto...

La domanda che mi sento di porre a te e tutto il comitato contro la discarica, è: cosa rispondevate a questi cittadini che protestavano contro la manifestazione? Cosa sanno loro del problema discarica? Cosa ne pensano?

Gliele avete chieste queste cose?

Perché io ho il sospetto che ci sia una carenza d'informazione dovuta anche ad una non alta capacità di farla passare, questa informazione.

Non è una critica fine a se stessa, questa mia... solo la volontà di capire cosa c'è che non funziona nel meccanismo.

Luciano ha detto...

In effetti come dici tu, c'è qualcosa che non funziona nel meccanismo, o forse c'è qualcosa che funziona perfettamente per coloro che questo meccanismo lo usano per lucrare. Durante la manifestazione sono stati distribuiti volantini ed un furgone con altoparlanti in testa al minicorteo diffondeva a gran volume il perché della manifestazione attraverso interventi dal vivo.Ma io torno a chiedermi: "Come mai quasi nessuno si è chiesto o ha cercato di capire il perché della "protesta" in atto? Stare a guardare la nuova 500 in una piazza mentre attorno alla medesima sfilano persone convinte che Lo Uttaro distruggerà il futuro di questa città mi sembra paradossale a dir poco"

Paul Hill ha detto...

Ve lo do io il motivo. La gente si rompe i coglioni. L'essere umano guarda al breve termine. La vita è corta, quindi perché preoccuparsi. La gente è miope, non si rende conto delle conseguenze per i propri figli, e figli dei propri figli. Purtroppo è spesso talmente miope da non accorgersi neanche che, per quanto la propria vita sia breve, certe cose sono cosi rapide da avere influenza anche qui e adesso. Già, niente da rimandare al domani, il tumore ti viene oggi bello. L'informazione c'è, il problema è la credibilità. La gente guarda un furgone per strada e pensa "vabbuo sara la solita stronzata, forse sono quattro pazzi, forse è una iniziativa pubblicitaria, forse sono affiliati di qualche partito, forse forse forse sono una masnada di stronzi che non vale la pena stare a sentire se in TV non se ne è mai parlato.

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu